lunedì 31 gennaio 2011

Tutorial - Il teatrino delle marionette

Questo è un teatrino delle marionette che ho realizzato per la festa di mio figlio per intrattenere e divertire i suoi invitati. Non è molto ingombrante perché si piega facilmente diventando piatto e si infila così dietro ad un armadio. Lo potrete utilizzare voi se i bimbi sono ancora piccoli ma crescendo saranno loro ad intrattenervi con divertenti spettacoli. 
Il suo costo è molto basso poiché parte del materiale utilizzato è materiale da riciclo.


Materiale
1.     Cartone d’imballaggio di ampia dimensione (tipo da tavoli, librerie, …)
2.     5 fogli di carta riciclata a tinta unita
3.     Carta da pacco argentata
4.     Colla stick
5.     Colla vinilica
6.     Tela per rilegatura, 1m x 1m
7.     Stoffa tinta unita o fantasia 50 cm x 140 cm
8.     Spago

Svolgimento       
Tagliare il cartone in modo da ottenere 5 rettangoli con le seguenti misure:
·        1 cartone da 160 cm  x 80cm
·        2 cartoni da 160 cm  x 20cm
·        2 cartoni da 135 cm x 40cm

Disegnare all’interno del cartone più grande (160 cm  x 80 cm) un rettangolo che misuri 45 cm x 60 cm e che disti 10 cm da ciascun bordo e 20 cm dall’alto. Con una taglierina tagliare lungo le linee del rettangolo in modo che il rettangolo si estragga facilmente senza strapparlo. Questa sarà la finestra da cui si affacceranno i burattini.
Tagliare la tela per rilegatura in 6 strisce da :
·        2 da 200 cm  x 15 cm
·        4 da 155 cm x 15 cm

Le strisce terranno uniti i cartoni tra loro.
Stendere la colla vinilica sulle strisce di tela per rilegatura e unire il cartone con misura 160 cm  x 20 cm al lato dx del cartone grande, lasciando tra i due cartoni circa 7 mm. Far aderire bene la tela e ripiegare la parte avanzata dall’altra parte.
Effettuare la medesima operazione per il lato sx del cartone grande.




Unire a questo punto con la medesima operazione gli altri due cartoni (quelli da 135 cm x 40 cm ). In questo modo il cartone grande avrà due cartoni per lato che consentono al teatrino di tenersi in piedi (vedi figura 1).

Fig.1
Le ultime due strisce andranno a rifinire la parte finale dei due cartoni (135 cm x 40 cm ).
Nel caso in cui non riusciste a tagliare la tela nelle misure necessarie, potrete senza problemi utilizzarne due più corte, sovrapponendole per circa 3 cm, in questo modo raggiungeranno la misura desiderata.
A questo punto tagliate i fogli di carta nelle misure necessarie, anche qui potrete tranquillamente fare un piccolo collage per ovviare alle misure standard dei fogli.
Stendete la colla vinilica su i fogli per ricoprire i cartoni avendo attenzione a lasciare scoperta parte della tela. Fate questa operazione velocemente e con attenzione in modo che la carta diventata più umida non si rompa.
Per quanto riguarda il buco nel cartone grande dovrete tagliare diagonalmente la carta al centro partendo dagli angoli. Rimboccate i quattro lembi di carta.
Ora tagliate le stelle e incollatele sul teatrino (vedi figura 2).

Fig.2

Per realizzare le tendine tagliate due rettangoli di misura 60 cm x 50 cm, effettuate gli orli lasciando sul lato di 50 cm lo spazio per far entrare lo spago. Effettuate dei fori ad entrambe le due estremità del rettangolo (punti A e C della figura 3) e uno al centro (punto B della figura 3). 


Fig.3
Infilate lo spago nell’orlo della tendina e poi le due estremità nei fori A e B, effettuate un nodo ben stretto nel dietro del teatrino in modo che la tenda rimanga ben tesa, fate lo stesso con la tendina di dx utilizzando i fori B e C.  Tagliate poi una striscia di 20 cm x 63cm. Piegate la stoffa dritto su dritto in modo da formare un rettangolo di 10cm x 63cm e cucitela. Fateci passare dentro lo spago e fate entrare i due fili nei due fori A e C. 



Buon divertimento!

domenica 30 gennaio 2011

Cartamodello per grembiule da cucina per bambini

Ho realizzato questo grembiule per mio figlio in occasione del Natale, l'ho poi confezionate per tutti i suoi amici come regalo per la festa di Natale che facciamo ogni anno con i nostri amici e i loro figli qualche giorno prima del 25 dicembre.  
E' un grazioso grembiule da cucina che i vostri figli potranno indossare mentre vi aiutano a cucinare dolcetti o a lavare i piatti. 
Confezionatelo con tessuto fantasia o tinta unita, decoratelo voi stessi con degli stencil a seconda delle occasioni. 









Materiale necessario
1.     Tessuto 50 cm x 140cm
2.     Fettuccia 1 metro e mezzo
3.     Carta per cartamodelli
4.     Filo




Svolgimento       
Utilizzare come modello del grembiule il disegno riportato di seguito. Ingrandire il cartamodello in modo che la base misuri 35 cm. Ricopiare il cartamodello ingrandito a misura reale con un carta per cartamodelli. Poggiare il cartamodello sulla stoffa e tagliare a 2 cm dal bordo. Per facilitare il lavoro potete usare una rotella per sartoria con gesso, in grado di segnare contemporaneamente la linea di cucitura e la linea di taglio. 


Cartamodello grembiule






Effettuare l’orlo alla base piegando a 2 cm la stoffa verso l’interno (fig.1), fermare con degli spilli. Stirare con un ferro in modo che il tessuto rimanga ben piatto. Togliere  gli spilli e ripiegare nuovamente la stoffa. Appuntando gli spilli perpendicolarmente alla stoffa potrete cucire direttamente con la macchina da cucire senza dover effettuare l’imbastitura. Utilizzate lo stesso procedimento per i due lati curvi del grembiule.
Fig.1
Tagliate la fettuccia in due pezzi da 45 cm, che vi serviranno per i fianchi, e un pezzo da 60 cm per il collo.
Per i fianchi piegare a 2 cm la stoffa verso l’interno (fig.1), fermare con degli spilli. Stirare con un ferro. Introdurre la fettuccia (fig.2) e ripiegare nuovamente la stoffa verso l’interno (fig.3). 

Fig.2
Fig.3
Appuntare con degli spilli e cucire. Piegare la fettuccia verso l’esterno (fig.4) e cucire. 
Utilizzate lo stesso procedimento per il lato superiore del grembiule.

Fig.4
Nel caso in cui abbiate scelto una tinta unita ora potrete decorarlo come preferite.

Benvenuti!

Ho cominciato a cucire durante i primi anni dell’Università. Il mio primo progetto è stato una gonna a portafoglio. Per realizzarla utilizzai come modello una gonna che già possedevo, posandola sulla stoffa tracciavo le linee di cucitura. Fui soddisfatta del risultato e quella gonna la indossai per diverso tempo. Solo più tardi scoprii l’esistenza dei cartamodelli e più tardi ancora imparai a leggerli ed utilizzarli correttamente.
Le mie capacità nel cucito hanno richiesto tempo per perfezionarsi,  oltre al corso che frequentai durante l’università, importante è stata la costante pratica mai abbandonata fino ad oggi…. Tanti progetti realizzati con soddisfazione  ma anche tanti lasciati lì a metà o mai cominciati.
In tutti questi anni la mia passione per il taglio e cucito è andata in parallelo con la mia vita con  momenti di pausa  ma  mai abbandonata, trasferita nei diversi ambiti della vita quotidiana come l’arredo per la casa, il corredino per mio figlio, i costumi di carnevale o i vestiti per me.
Nel cucito trova espressione il desiderio di realizzare con le mie mani gli oggetti immaginati, dando loro forma con materiali affascinanti come tessuti, fili, fettucce e bottoni. È’ un modo per prendermi cura delle persone e degli ambienti a cui voglio bene lasciando un tocco assolutamente personale. 
LA SCIARPA CHE CANTA nasce da tutto questo, ho voluto portare fuori le mie idee e condividerle.